Questo contributo si propone l’obiettivo di verificare e integrare il quadro delle traduzioni dell’Iliade nel Cinquecento italiano seguendo la traccia dei benemeriti repertori settecenteschi sui volgarizzatori. Si tratta, come è noto, dei lavori di Filippo Argelati, Biblioteca degli volgarizzatori, o sia notizia dall’opere volgarizzate d’autori che scrissero prima del secolo XV, in quattro tomi, con le aggiunte di Federico Agnelli (Milano, Agnelli 1767) e di Jacopo Maria Paitoni,2 Biblioteca degli autori antichi greci e latini volgarizzati, in cinque tomi (Venezia, Storti, 1766-1767). Chi legga la voce Omero tanto dell’uno quanto dell’altro autore, troverà che, all’interno del più ampio gruppo di traduttori in italiano di una o più delle opere comprese nel corpus omerico dal Quattro al Settecento (Iliade, Odissea, Batracomiomachia), entrambi ricordano gli otto traduttori cinquecenteschi dell’Iliade con preziosi anche se scarni riferimenti bibliografici, ancor oggi indispensabili per chi voglia illuminare quest’angolo in ombra della circolazione di Omero in Italia. Per quanto sia logoro il cliché accademico che lamenta la mancanza di studi sull’argomento che ci si dispone ad affrontare, è nondimeno vero che dal Settecento in qua uno studio sistematico delle traduzioni italiane dell’Iliade nel Cinquecento non è più stato tentato e che da quei repertori deve ancora oggi ripartire chi voglia conoscere i rari nantes che nel corso del secolo XVI si cimentarono con la traduzione di Omero. Le pagine che seguono presentano quindi le notizie ulteriori che sono riuscita a rintracciare sulla minuscola e composita coorte dei volgarizzatori cinquecenteschi noti dell’Iliade.

Le traduzioni italiane dell’Iliade nel Cinquecento: alcune note preliminari / Prosperi, Valentina. - (2020), pp. 43-79.

Le traduzioni italiane dell’Iliade nel Cinquecento: alcune note preliminari

Prosperi, Valentina
2020

Abstract

Questo contributo si propone l’obiettivo di verificare e integrare il quadro delle traduzioni dell’Iliade nel Cinquecento italiano seguendo la traccia dei benemeriti repertori settecenteschi sui volgarizzatori. Si tratta, come è noto, dei lavori di Filippo Argelati, Biblioteca degli volgarizzatori, o sia notizia dall’opere volgarizzate d’autori che scrissero prima del secolo XV, in quattro tomi, con le aggiunte di Federico Agnelli (Milano, Agnelli 1767) e di Jacopo Maria Paitoni,2 Biblioteca degli autori antichi greci e latini volgarizzati, in cinque tomi (Venezia, Storti, 1766-1767). Chi legga la voce Omero tanto dell’uno quanto dell’altro autore, troverà che, all’interno del più ampio gruppo di traduttori in italiano di una o più delle opere comprese nel corpus omerico dal Quattro al Settecento (Iliade, Odissea, Batracomiomachia), entrambi ricordano gli otto traduttori cinquecenteschi dell’Iliade con preziosi anche se scarni riferimenti bibliografici, ancor oggi indispensabili per chi voglia illuminare quest’angolo in ombra della circolazione di Omero in Italia. Per quanto sia logoro il cliché accademico che lamenta la mancanza di studi sull’argomento che ci si dispone ad affrontare, è nondimeno vero che dal Settecento in qua uno studio sistematico delle traduzioni italiane dell’Iliade nel Cinquecento non è più stato tentato e che da quei repertori deve ancora oggi ripartire chi voglia conoscere i rari nantes che nel corso del secolo XVI si cimentarono con la traduzione di Omero. Le pagine che seguono presentano quindi le notizie ulteriori che sono riuscita a rintracciare sulla minuscola e composita coorte dei volgarizzatori cinquecenteschi noti dell’Iliade.
978-88-3613-021-4
Le traduzioni italiane dell’Iliade nel Cinquecento: alcune note preliminari / Prosperi, Valentina. - (2020), pp. 43-79.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11388/233042
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact