Il rinnovato interesse del legislatore per il settore della cooperazione giudiziaria in materia penale ha portato ad una serie di modifiche della normativa vigente sia sotto il profilo dell’inserimento di nuovi istituti nel tessuto normativo nazionale, sia sotto quello della novazione di quelli già esistenti che necessitavano di un adeguamento alle esigenze emerse nel corso degli anni. Un’opera di opportuna modernizzazione che, avendo determinato sostanziose modifiche – talora anche strutturali - rende necessario valutarne attentamente la portata pure con riferimento, in talune ipotesi, alla loro compatibilità con le ordinarie regole processuali. D’altra parte - considerata l’evoluzione degli strumenti sovranazionali non solo di matrice europea - l’esigenza di un aggiornamento della normativa domestica risultava ormai improcrastinabile ed il legislatore – peraltro sulla base di puntuali indicazioni contenute nella legge delega – ha colto l’occasione per tentare la razionalizzazione e lo snellimento della disciplina esistente in tale settore così da renderla maggiormente efficiente. Appare quindi chiaro come si renda necessaria un’analisi volta a verificare la reale portata dell’attuale normativa anche al fine di valutare se la “nuova” cooperazione giudiziaria disegnata dal nostro legislatore e da quello sovranazionale possa effettivamente raggiungere lo scopo al quale è stata preordinata.

La nuova cooperazione giudiziaria penale. Dalle modifiche al Codice di Procedura Penale all'Ordine europeo di indagine / Barrocu, Giovanni. - (2019), pp. 1-578.

La nuova cooperazione giudiziaria penale. Dalle modifiche al Codice di Procedura Penale all'Ordine europeo di indagine

Barrocu giovanni
2019

Abstract

Il rinnovato interesse del legislatore per il settore della cooperazione giudiziaria in materia penale ha portato ad una serie di modifiche della normativa vigente sia sotto il profilo dell’inserimento di nuovi istituti nel tessuto normativo nazionale, sia sotto quello della novazione di quelli già esistenti che necessitavano di un adeguamento alle esigenze emerse nel corso degli anni. Un’opera di opportuna modernizzazione che, avendo determinato sostanziose modifiche – talora anche strutturali - rende necessario valutarne attentamente la portata pure con riferimento, in talune ipotesi, alla loro compatibilità con le ordinarie regole processuali. D’altra parte - considerata l’evoluzione degli strumenti sovranazionali non solo di matrice europea - l’esigenza di un aggiornamento della normativa domestica risultava ormai improcrastinabile ed il legislatore – peraltro sulla base di puntuali indicazioni contenute nella legge delega – ha colto l’occasione per tentare la razionalizzazione e lo snellimento della disciplina esistente in tale settore così da renderla maggiormente efficiente. Appare quindi chiaro come si renda necessaria un’analisi volta a verificare la reale portata dell’attuale normativa anche al fine di valutare se la “nuova” cooperazione giudiziaria disegnata dal nostro legislatore e da quello sovranazionale possa effettivamente raggiungere lo scopo al quale è stata preordinata.
9788813370053
La nuova cooperazione giudiziaria penale. Dalle modifiche al Codice di Procedura Penale all'Ordine europeo di indagine / Barrocu, Giovanni. - (2019), pp. 1-578.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11388/219928
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact