Come sono cambiate le amministrazioni pubbliche in seguito all’avvento di internet? Quale impatto può avere il web 2.0 nella costruzione dell’amministrazione digitale? Perché gli enti pubblici hanno cominciato a colonizzare i siti di social network, come Facebook e Twitter? Come stanno reagendo i cittadini di fronte a queste modificazioni? Siamo di fronte ad un reale rinnovamento e apertura della PA? In questo volume si affrontano questi interrogativi, ripercorrendo il processo di domesticazione delle tecnologie digitali e dei social media da parte delle pubbliche amministrazioni italiane. Nel testo si delineano le interconnessioni tra tecnologie digitali, percorsi normativi e processi comunicativi, mettendo in luce dinamiche complesse e traiettorie di innovazione che vanno a impattare sulla vita delle amministrazioni e sulla comunicazione pubblica, ridefinendone pratiche, attività e interfacce comunicative. É in questo contesto che si inseriscono i networked citizens, cittadini connessi che si attivano all’interno di frame civici, e che usano la Rete e i media sociali per far sentire la propria voce verso le amministrazioni, innescando pratiche di condivisione di conoscenza, scambio conversazionale e mobilitazione civica. I social media diventano così spazi pubblici e contesti comunicativi dove si relazionano e si (ri)-connettono amministrazioni e cittadini in un processo di contaminazione e confronto reciproco su temi di pubblica utilità. Una sfida per la PA e i comunicatori pubblici. Un nuovo ambito di indagine per chi fa ricerca su questi temi.

Networked citizens. Comunicazione pubblica e amministrazioni digitali / Lovari, Alessandro. - Collana MediaCultura:(2013), pp. 1-192.

Networked citizens. Comunicazione pubblica e amministrazioni digitali.

LOVARI, Alessandro
2013

Abstract

Come sono cambiate le amministrazioni pubbliche in seguito all’avvento di internet? Quale impatto può avere il web 2.0 nella costruzione dell’amministrazione digitale? Perché gli enti pubblici hanno cominciato a colonizzare i siti di social network, come Facebook e Twitter? Come stanno reagendo i cittadini di fronte a queste modificazioni? Siamo di fronte ad un reale rinnovamento e apertura della PA? In questo volume si affrontano questi interrogativi, ripercorrendo il processo di domesticazione delle tecnologie digitali e dei social media da parte delle pubbliche amministrazioni italiane. Nel testo si delineano le interconnessioni tra tecnologie digitali, percorsi normativi e processi comunicativi, mettendo in luce dinamiche complesse e traiettorie di innovazione che vanno a impattare sulla vita delle amministrazioni e sulla comunicazione pubblica, ridefinendone pratiche, attività e interfacce comunicative. É in questo contesto che si inseriscono i networked citizens, cittadini connessi che si attivano all’interno di frame civici, e che usano la Rete e i media sociali per far sentire la propria voce verso le amministrazioni, innescando pratiche di condivisione di conoscenza, scambio conversazionale e mobilitazione civica. I social media diventano così spazi pubblici e contesti comunicativi dove si relazionano e si (ri)-connettono amministrazioni e cittadini in un processo di contaminazione e confronto reciproco su temi di pubblica utilità. Una sfida per la PA e i comunicatori pubblici. Un nuovo ambito di indagine per chi fa ricerca su questi temi.
978-88-204-5167-7
Networked citizens. Comunicazione pubblica e amministrazioni digitali / Lovari, Alessandro. - Collana MediaCultura:(2013), pp. 1-192.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11388/179851
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact